Il team dei testimonial Konus annovera la squadra del TSN Pietrasanta con tiratori eccellenti che seguiamo ormai da diverso tempo condividendo con loro i traguardi che riescono a raggiungere. Sono affiatati e sempre motivati e ci piace poter conoscere qualcosa in più di loro. Petrucci Gianfranco è un componente di questa squadra che ha portato a casa già dei titoli di tutto rispetto e che certamente non vuole fermarsi qui.

 

Gianfranco, intanto parlaci di questa vostra squadra del TSN Pietrasanta: come vi siete conosciuti e com’è nata la volontà di competere?

Venti anni fa ho trasformato il porto d’armi da caccia a sportivo ed è iniziata la mia avventura al TS di Pietrasanta. Inizialmente ho incominciato con la pistola cosiddetta da difesa, ma l’ho praticata solo per poco tempo, mi piaceva qualcosa di più preciso e così ho provato con l’aria compressa.  L’idea dell’arma da fuoco però mi attraeva di più e così sono arrivato alla carabina cal.22 e da lì non mi sono più mosso. Apprezzo particolarmente quella sensazione di precisione a 50MT.; riuscire a mettere il colpo in poco più di 5mm. mi ha dato molte soddisfazioni, inizialmente gareggiando tra amici, poi garette sezionali , quindi quelle regionali e infine al campionato Italiano. La voglia di competere mi è venuta quando mi sono reso conto di poter essere considerato anche al di fuori del mio poligono, rimanendo sempre con i piedi per terra perchè è molto bello salire però non è difficile riscendere.

 

Nella tua storia personale com’è stato il tuo inizio di carriera da tiratore?

All’inizio non è cosi facile: bisogna riuscire a dominare la tensione e non farsi troppo prendere dalla voglia di fare bene. Bisogna anche saper cadere per rialzarsi  sempre più forti, gioire dei bei risultati ma studiare per i nuovi obbiettivi.

Sappiamo che utilizzi un’ottica Konus (la Konuspro-plus), come mai hai scelto il nostro marchio?

La scelta è stata studiata in base a quello che il mercato offriva e in base alle mie esigenze che anche a causa dell’età (ho 59 anni) richiedono dettagli che ho trovato sulla Konuspro-Plus. Nello specifico quest’ottica ha croce e dot eccezionali in teoria e anche in pratica, dico così perchè le ottiche vanno – e ripeto “vanno”-  viste sul bersaglio poichè in negozio o sulla rivista sono tutte valide, ma non è così.

 

Quali sono i nuovi obiettivi che tu e il tuo team vi prefiggete?

L’obbiettivo per vari mesi è stato quello di vincere il campionato Poligoni Toscani a squadre e ci siamo riusciti.  Personalmente ho vinto come individuale e c’è stato poi un bel terzo posto del mio compagno Giuseppe. Successivamente ci siamo dedicati al campionato italiano: siamo partiti molto motivati e abbiamo avuto buoni risultati sia a livello individuale che come squadra visto che ci siamo piazzati al 4° posto sfiorando il podio. Ora guardo alla Coppa dei Campioni toscani e certamente poi arriveranno nuove sfide.

 
 
 

Quale consiglio daresti a chi vorrebbe affacciarsi alla passione del tiro? Quali sono i primi passi da compiere?

Suggerirei di iniziare frequentando il poligono con curiosità, provando le varie discipline per vedere in quale si è più portati. I primi passi  consistono nel passare un pò di tempo libero con gli amici e con la passione che vi accomuna come può essere il tiro di precisione, poi da cosa nasce cosa e si può pensare alla competizione ma sempre con molta sportività… i risultati maggiori arrivano quando meno te lo aspetti.

 

Ringraziamo Gianfranco per aver condiviso con noi questa sua esperienza testimoniando che il poligono può essere occasione per crescere assieme agli amici in una disciplina, migliorandosi continuamente e spronandosi a vicenda. Campioni ci si può diventare con costanza, umiltà e qualche sacrificio. L’attrezzatura giusta certo può aiutare e siamo contenti che Konus sia il marchio scelto da un tiratore come Gianfranco a cui auguriamo di cuore tanti riconoscimenti.